Twitter sperimenta i messaggi privati vocali

Test al via in Giappone, India e Brasile. La voce diventa sempre più protagonista delle nuove funzionalità dei social network

(Photo Illustration by Mateusz Slodkowski/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)

Twitter ha iniziato a testare l’invio di messaggi vocali attraverso il canale dei messaggi diretti in India, Brasile e Giappone.

La novità di casa Twitter ha un limite di tempo. Come i primissimi tweet avevano un massimo di 140 caratteri, i messaggi vocali potranno essere registrati per un massimo di 140 secondi l’uno. Ciò vuol dire che gli amanti dei vocali lunghi dovranno imparare a condensare i propri pensieri in poco più di 2 minuti.

La novità verrà implementata per tutti gli utenti, iOS e Android. Se la registrazione è riservata ai soli paesi test, la ricezione è a livello globale. Per il momento i messaggi si possono registrare esclusivamente tramite app mobile ma si possono ascoltare anche dalla versione web.

I messaggi privati audio fanno seguito ai tweet vocali lanciati l’anno scorso e arrivano in un momento in cui la voce sembra essere diventata il nuovo trend dei social network, come dimostra il caso di Clubhouse e di Twitter stessa con i suoi Audio Spaces, stanze che consentono di chattare vocalmente con le persone in tempo reale. Audio Spaces e messaggi privati vocali sono ancora funzionalità che Twitter sta momentaneamente testando con un ristretto numero di utenti ma che, assieme ai tweet vocali, indirizzano il social network verso conversazioni dal tocco più umano.

Fonte: Wired

Lascia un commento

Nome *
Email *