Suonerie smartphone e toni di notifica

I nostri smartphone ormai sono dei veri a proprio computer palmari e come tali dispongono di tecnologie e potenza davvero incredibili. Processori super-potenti, grandi capacità di memoria, connettività con ogni tipo di dispositivo, display OLED e suono sempre più pulito e potente. Parlando di audio vengono immediatamente in mente i toni di notifica e le suonerie per lo smartphone.

Suonerie per gli smartphone: una passione sempre di moda

Quando non c’erano gli smartphone i nostri telefoni non avevano la possibilità di riprodurre i suoni con la qualità che abbiamo oggi. I primi cellulari avevano suonerie monofoniche, in grado cioè di riprodurre una sola nota alla volta. Fu un grande passo avanti il passaggio alle suonerie polifoniche introdotte all’inizio del nuovo millennio. Le suonerie polifoniche erano molto più complesse rispetto alle classiche suonerie: erano in grado di riprodurre note ed accordi, anche di più strumenti contemporaneamente, più o meno come uno strumento midi.

Eravamo lontani ancora anni luce dalla qualità delle suonerie degli smartphone, ma la passione per le musichette da associare allo squillo del telefono era di moda anche allora. Loghi da usare come sfondi e suonerie anche personalizzate, erano in vendita ovunque ed erano anche fortemente reclamizzate in TV come sul web, una vera mania.

Oggi le cose sono cambiate e avere una bella suoneria sul proprio smartphone è diventato molto semplice.

Formato audio delle suonerie

I formati audio compressi esistono da tanto tempo, gli MP3, ancora oggi utilizzatissimi, hanno ormai più di venti anni. I telefoni però hanno adottato con molto ritardo i file in formato audio come suonerie e i motivi sono diversi. Dotare un telefono di un altoparlante esterno potente, in grado di far sentire chiaramente un audio utilizzato come suoneria, richiede dei costi, sia in termini di hardware e software installato sul telefono, sia in termini di energia elettrica utilizzata.

È bene ricordare che prima dell’avvento degli smartphone i telefoni erano pensati per economizzare, sia sui costi di acquisto, sia nell’economia della gestione dell’energia. A quei tempi, ad esempio, le batterie duravano interi giorni.

Una volta abbandonata la politica del risparmio gli smartphone hanno iniziato ad adottare componenti di qualità (e relativi costi) sempre più alta. Oltre ai display touch screen con risoluzioni elevate, gli smartphone hanno introdotto altoparlanti di qualità sempre migliore, in grado di riprodurre un file audio con buona fedeltà. La miniaturizzazione delle tecnologie dell’elettronica digitale ha consentito inoltre di installare nell’hardware anche sofisticati riproduttori di file audio.

Grazie alle innovazione tecnologiche gli smartphone moderni sono in grado di riprodurre qualsiasi suono e ovviamente, in primis, le suonerie.

Suonerie per smartphone di serie

Gli smartphone di ogni marca e modello offrono una ampia scelta di suonerie e toni di notifica preinstallati. Questi sono disponibili nel telefono fin dalla sua prima accensione e permettono di scegliere le combinazioni audio più adatte  al tuo stile di utilizzo del cellulare.

C’è chi ha bisogno di una suoneria dai suoni acuti e ficcanti perchè è sempre in giro, magari in moto. C’è chi invece preferisce suoni più caldi e rilassanti e chi invece ama toni che mettono allegria. Negli smartphone ce n’è per tutti i gusti.

Suonerie personalizzate

C’è poi chi è particolarmente esigente è vuole suonerie e toni di notifica personalizzati, magari utilizzando l’ultimo successo musicale come suoneria o un effetto sonoro molto insolito come tono di notifica. Gli smartphone, in particolare gli Android, permettono di personalizzare ogni aspetto delle impostazioni audio del telefono.

È possibile utilizzare un tono di notifica per i messaggi differente a seconda della app che invia la notifica. Ancora, è possibile associare una suoneria differente ad ognuno dei contatti presenti nella rubrica. Grazie a queste personalizzazioni è facile sapere chi ti chiama o quale app ti ha inviato una notifica senza dover nemmeno rivolgere lo sguardo al telefono.

I modi per caricare sullo smartphone suonerie differenti rispetto a quelle di serie sono tanti e possono utilizzare tutti i canali di comunicazione a disposizione. Una suoneria personalizzata può essere ricevuta e di conseguenza aggiunta tramite:

  • Bluetooth
  • Wi-Fi
  • cavo USB
  • Pen drive USB OTG
  • App dedicata
  • Messaggistica istantanea
  • Email

Insomma qualsiasi modo valido per trasferire un file sullo smartphone è una maniera di caricare una suoneria sul telefono. Ti consiglio di leggere questo articolo del sito Tu digitale In cui sono spiegati i metodi più semplici per aggiungere suonerie e toni di notifica al tuo smatphone Android.

5.0
07