Beosound Level, l’home speaker modulare a prova di futuro, con chip sostituibile, da Bang&Olufsen contro l’obsolescenza tecnologica

Gli smart speaker sono uno dei prodotti più in voga, ma dopo l’infornata di dispositivi focalizzati soprattutto sulle funzionalità di connessione e sulla presenza dell’assistente vocale a bordo, oggi le persone cercano sempre di più apparecchi che siano in grado di coniugare anche altre funzioni e caratteristiche, come la qualità audio e un’estetica piacevole.

Mira a intercettare queste esigenze il nuovo Beosound Level, home speaker wireless portatile realizzato da Bang & Olufsen, che aggiunge la possibilità di utilizzo a batteria, incontrando la richiesta degli utenti che oltre ad avere uno smart speaker vogliono poterlo portare con sé nei vari ambienti della casa: quando si esce in terrazzo per una pausa caffé, quando si fa la doccia oppure ancora la sera in camera per rilassarsi con della musica prima di andare a dormire.

Ci sono molti prodotti che rispondono a queste esigenze (come ad esempio Sonos Move), ma in questo caso i designer B&O sono riusciti a costruire un dispositivo in grado di staccarsi nettamente dalla massa e non solo, come sempre quando si parla dei prodotti danesi, dal punto di vista estetico. Partiamo innanzitutto dal comparto audio, che vede la presenza di ben 5 altoparlanti: due tweeter da 0,8″, un full-range da 2″ e 2 woofer da 4″, pilotati 4 amplificatori Classe D, uno per il driver full-range, uno per i tweeter e uno a testa per i woofer. Il sistema dichiara una risposta in frequenze di 39-23.000 Hz e dal vivo ha dimostrato insospettabili capacità audio, nonostante le dimensioni compatte, in particolare lo spessore molto contenuto. Bassi corposi potenti, voci naturali e buon dettaglio sugli alti sono apprezzabili fin dal primo ascolto e perfettamente in linea coi prodotti più blasonati del marchio scandinavo.

I tecnici danesi hanno lavorato per rendere Beosound Level molto flessibile nell’uso quotidiano e lo hanno dotato di una livella elettronica che è in grado di rilevarne il posizionamento: quando è in piedi il DSP elabora il suono in modo da avere un’emissione frontale, mentre quando il sistema è appoggiato piatto l’emissione sonora crea un effetto avvolgente a 360°. Vi è poi una terza opzione, quella in cui l’altoparlante è fissato al muro, tramite la staffa magnetica, che porta anche l’alimentazione.

A questo proposito, Beosound Level sul retro offre una zona in cui sono concentrate tutte le connessioni, tra cui l’alimentazione USB-C, l’ingresso Line-in/optical combi-jack, la rete LAN su Ethernet RJ45, che generalmente sono però coperte da un coperchio in gomma con contatti magnetici che ha una doppia funzione: da un lato permette di utilizzare uno spinotto magnetico per la ricarica (con un aggancio/sgancio rapido) e di garantire l’impermeabilità con certificazione IP54, per l’utilizzo senza problemi sul balcone o in bagno. I comandi superiori sono a sfioramento e dotati di sensore di prossimità, per cui si illuminano quando ci si avvicina all’home speaker e si spengono per risparmiare energia quando l’utente si allontana. Ai comandi per la riproduzione musicale e il volume si aggiungono 4 tasti personalizzabili dall’app da associare alla propria radio preferita, a una skill oppure alla riproduzione di una particolare playlist dai propri servizi di streaming preferiti. Oltre all’utilizzo del sistema multiroom wireless di casa B&O, Beosound Level offre Spotify Connect, AirPlay 2 e Chromecast, oltre alla connettività Bluetooth per inviare flussi audio direttamente dallo smartphone.

I microfoni integrati possono essere messi in pausa da uno dei comandi touch, ma per gli amanti della privacy i tecnici danesi hanno integrato anche un interruttore che disconnette fisicamente i microfoni. I microfoni vengono utilizzati da Beosound Level anche per la calibrazione del suono in base alle caratteristiche della stanza. Inoltre l’app mette a disposizione l’equalizzatore con interfaccia grafica BeoSonic, che avevamo già incontrato nella prova degli auricolari true wireless stereo sportivi BeoPlay E8 Sport.

Beosound Level, lo smart speaker modulare

Rimossa la copertura si ha accesso alla batteria (in basso) e alla zona del chip (in alto)

C’è una caratteristica per cui Beosound Level spicca in modo netto rispetto alla concorrenza, la sua modularità. Per venire incontro alle esigenze dei clienti B&O, il prodotto infatti è pensato per durare e non solo per la scelta dei materiali (come legno e alluminio): la batteria interna agli ioni di litio, infatti, è accessibile e con semplici strumenti è sostituibile. Spesso questo componente e quello che invecchia più precocemente e prodotti ancora perfettamente funzionanti a volte finiscono pensionati perché l’autonomia non è più compatibile con le esigenze d’uso e la batteria sostituibile solo nei centri assistenza. Nel caso di Beosound Level questo non accadrà e sarà semplicemente possibile tra qualche anno ordinare l’accumulatore Li-Ion di ricambio. Parlando della batteria, Bang&Olufsen ha lavorato molto sulla capienza e sull’efficienza energetica e lontano dalla presa di corrente il nuovo Level può fornire fino a 16 ore di ascolto musicale.

Non solo, anche il chip deputato all’elaborazione dei flussi di streaming musicale potrà essere aggiornato in futuro, allungando così in modo netto la vita utile del dispositivo: d’altra parte sarebbe veramente un peccato dover pensionare dopo qualche anno un piccolo gioiello del genere, solo per obsolescenza tecnologia di una piccola porzione dell’apparecchio.

Ho detto gioiello, sia perché effettivamente l’estetica e il suono lo rendono un prodotto di categoria superiore, ma anche perché il prezzo di listino è di fascia B&O: Bang&Olufsen Beosound Level è infatti disponibile nelle due versioni con corpo in alluminio finitura oro e copertura in rovere o con corpo in alluminio e copertura in tessuto Kvadrat al prezzo di 1.249 EUR.

Fonte: Hardware Upgrade

Lascia un commento

Nome *
Email *